Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Prescrizione, Italia viva diserterà Cdm | Renzi attacca Pd e Bonafede, Orlando: "In caso di crisi ci sono le elezioni"

Teresa Bellanova ed Elena Bonetti non prenderanno parte al Consiglio dei ministri di questa sera: inizio alle ore 20

Le ministre di Italia viva, Teresa Bellanova ed Elena Bonetti, non prenderanno parte al Consiglio dei ministri di stasera. Una posizione durissima per ribadire la distanza sul "lodo Conte bis" che sarà discusso con la riforma del processo penale. Renzi: "Il Partito democratico ha scelto il giustizialismo, Bonafede ha due mesi per cambiare o ci vediamo in Senato". Il vice segretario Pd, Andrea Orlando, replica: "In caso di crisi, elezioni anticipate".

Questa sera Cdm, Italia viva non ci sarà - Tensione alle stelle nella maggioranza sulla prescrizione. Italia viva alza il tiro contro M5s, Pd e Leu, e - dopo aver votato tre volte in tre giorni con le opposizioni in Commissione - diserterà il Consiglio dei ministri di questa sera. Teresa Bellanova ed Elena Bonetti, con la loro assenza rischiano seriamente di aprire una crisi di governo.
 

Renzi: "Pd giustizialista, con Bonafede pronti a vederci in Senato" - "A tutti quelli che mi dicono 'ma perché hai fatto la scissione?', da ieri posso rispondere che un partito che sceglie il giustizialismo contro il garantismo non è più casa mia". Così Matteo Renzi, nella sua eNews, è tornato ad attaccare il partito di cui è stato segretario due volte. Il leader di Italia Viva è tornato anche a attaccare il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, anche capo delegazione M5s al governo: "Bonafede ci accusa di molestarlo. ma l'ex dj avrà mai letto il codice penale? Lo sa che la molestia è un reato? Noi auguriamo al ministro buon lavoro. Gli diamo due mesi di tempo. Se le cose cambiano, bene, altrimenti ci vediamo in Senato".

Orlando: "I governi posso cambiare e si può votare" - Lasciare il governo "impantanato all'infinito" sulla prescrizione "non è un bene per il governo, ma i governi possono cambiare e si può andare a votare". Così il vice segretario Pd, Andrea Orlando, in relazione alle ultime discussioni interne alla maggioranza. "Non siamo interessati a questo disegno": questa la risposta all'ipotesi di dar vita a nuove maggioranze in caso di crisi. In caso di crisi, quindi, per il Pd ci sono solo le elezioni anticipate.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali