Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di Dacca, lʼomaggio del premier alle vittime. Verifiche in corso sullʼidentità degli attentatori

Lutto nazionale in Bangladesh. Alla celebrazione presenti anche i rappresentanti di Italia, Giappone, Stati Uniti e India.

A Dacca, lo stadio dell'esercito del quartiere di Banani ha ospitato la cerimonia in omaggio alle vittime dell'attacco nel quale sono morti anche nove italiani. Alla celebrazione ha partecipato tra gli altri anche il premier bengalese Sheikh Hasina, deponendo fiori sulle bare. Ventotto in tutto i morti nell'assalto al ristorante, tra cui sei assalitori e 20 ostaggi. Il governo del Bangladesh nega che dietro l'attentato ci sia l'Isis.

Dacca, alle vittime della strage la corona di fiori del premier del Bangladesh

Il Paese è nel suo secondo giorno di lutto nazionale dopo il feroce assalto al ristorante Holey Artisan, nella zona diplomatica della città di Dacca, frequentato da molti stranieri. Le forze dell'ordine hanno confermato che i sette aggressori erano tutti di origine bengalese e cinque di loro erano ricercati.

Verifiche su aggressori e identità - La polizia del Paese è al lavoro per cercare di confermare le identità degli aggressori, verificando se il riconoscimento di alcuni di loro sui social media da parte di amici e familiari sia corretto. Lo ha reso noto il vice commissario della polizia di Dacca, Masudur Rahman, spiegando che sono in corso i confronti delle foto dei profili su Facebook con i corpi degli attentatori rimasti uccisi e che si attendono i risultati dei test del Dna.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali