Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di Dacca, arrivate a Ciampino le salme delle vittime italiane: cʼè anche il presidente Mattarella

Il Capo dello Stato ha incontrato i familiari dei connazionali uccisi nellʼattacco terroristico. Mercoledì le autopsie sui corpi

Le salme dei nove connazionali uccisi nell'attacco terroristico di Dacca sono rientrate in Italia. Il Boeing 767 dell'Aeronautica militare è atterrato a Ciampino poco dopo le 19. Presente, oltre al ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha incontrato i familiari delle vittime in forma strettamente privata.

Ciampino, il dolore dei familiari delle vittime italiane della strage di Dacca

"A nome del governo, ho preso con il presidente Mattarella l'impegno ad assicurare che i benefici previsti dalla legge per le vittime del terrorismo si applichino ai nostri caduti all'estero", ha affermato il ministro Gentiloni dopo il rientro. "E' un impegno doveroso di fronte a episodi come quello della strage di Dacca", ha sottolineato.

Tutte le bare, avvolte nel Tricolore, sono state benedette da tre sacerdoti, prima con una preghiera collettiva, poi singolarmente. A bordo dell'aereo c'era anche Gianni Boschetti, sopravvissuto alla strage e marito di Claudia D'Antona, morta nell'attentato.

In serata, all'istituto di medicina legale del policlinico Gemelli, c'è stato il riconoscimento da parte dei parenti. Poi i corpi sono stati sottoposti a una tac. L'esame - secondo quanto si è appreso a piazzale Clodio - è coordinato dal professor Tommaso Tartaglione. Mercoledì sono in programma le autopsie da parte dell'equipe di medici legali guidati dai docenti Vincenzo Pascali e Antonio Oliva.

Strage di Dacca, i nove italiani uccisi dalla follia jihadista

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali