Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dacca, uccisi 9 islamisti: forse legati alla strage del primo luglio

Blitz della polizia allʼalba nel quartiere Kalyanpur

Dacca, uccisi 9 islamisti: forse legati alla strage del primo luglio

Nove sospetti militanti islamici sono stati uccisi in un raid in un palazzo a Dacca, capitale del Bangladesh. Il raid è stato messo in atto nelle prime ore del mattino nel quartiere Kalyanpur. E' molto probabile che facessero parte del gruppo terroristico islamico Jumatul Mujahedeen Bangladesh, o JMB, ritenuto responsabile della strage di 20 stranieri, tra cui 9 italiani, lo scorso primo luglio in un ristorante della città.

Un sospettato è stato arrestato e attualmente viene curato in ospedale per le ferite riportate. L'ispettore generale della polizia bengalese, Shahidul Hoque, ha spiegato che la polizia sta ancora indagando per scoprire a quale gruppo appartenessero gli uccisi, ma i loro indumenti e altre prove farebbero pensare appunto al gruppo terroristico bengalese Jumatul Mujahedeen Bangladesh (JMB).

Hoque ha anche precisato che il palazzo del blitz veniva usato come un covo dai sospetti militanti islamici. L'Isis ha rivendicato l'attacco del primo luglio e altri recenti a bloggers non credenti, stranieri e minoranze, ma le autorità ritengono non credibili le rivendicazioni, spiegando come non ci siano prove dell'esistenza del gruppo terroristico nel Paese. Al contrario, il governo ritiene che i gruppi militanti locali come Jumatul Mujahedeen Bangladesh siano i veri responsabili di questi attacchi che hanno richiamato l'attenzione generale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali