Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Virus Cina, confermato il passaggio da uomo a uomo: quattro le vittime

Cresce lʼallarme per la diffusione della malattia, mentre si segnalano i primi casi di contagio anche in Corea del Sud, Giappone e Thailandia. LʼOms convoca il Comitato di emergenza

Il nuovo coronavirus, della stessa famiglia della Sars, comparso in Cina nella città di Wuhan, che da dicembre ha già fatto registrare quattro vittime e circa 200 casi confermati, è trasmissibile da uomo a uomo. La conferma della temuta modalità di trasmissione interumana è giunta da un rinomato esperto della Commissione della salute pubblica del governo cinese, Zhong Nanshan.

Quattro morti in Cina - Oltre alle quattro vittime in Cina si contano 140 nuovi casi di contagio. A Wuhan, dove il virus ha fatto la sua comparsa, sono stati registrati 136 casi di contagio, altri due a Pechino (per la prima volta dalla diffusione del virus) e un altro nel Guangdong. 

 

Oms convoca Comitato di emergenza Sul coronavirus il diretto generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha convocato il Comitato di emergenza. Il comitato si riunirà il 22 gennaio a Ginevra per accertare se il focolaio di casi "rappresenti - afferma l'Oms in una nota - un'emergenza di salute pubblica di livello internazionale e quali raccomandazioni dovrebbero essere fatte per fronteggiarla".

 

Cresce l'allarme, controlli a Fiumicino Cresce intanto l'allerta internazionale, a pochi giorni dal Capodanno cinese, e negli aeroporti sono scattati i controlli, incluso l'aeroporto di Roma Fiumicino con misure di monitoraggio e locandine informative per i viaggiatori.

 

Primo caso segnalato in Corea del Sud, massima attenzione in Thailandia e Giappone - Intanto la Corea del Sud ha confermato che un primo caso è stato registrato sul suo territorio. Si tratta di una donna cinese di 35 anni, proveniente dalla città cinese di Wuhan. La 35enne si era recata in un ospedale della città cinese sabato con i sintomi del raffreddore. Al suo arrivo in Corea del Sud è stata messa in quarantena, poi la conferma che si trattava del misterioso virus, un nuovo ceppo di coronavirus. Le sue condizioni sono stabili ed è al momento tenuta in isolamento in una struttura sanitaria.

 

Le autorità in Thailandia e in Giappone hanno già identificato almeno tre casi, tutti legati a viaggiatori che sono stati recentemente in  Cina.

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali