Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tokyo: scomparso da 45 giorni, ritrovato in hotel a giocare ai videogiochi

Un impiegato bulgaro, del quale era stata denunciata la scomparsa, si era rinchiuso in una stanza dʼalbergo da quasi un mese e mezzo per dedicarsi alla sua "passione"


45 giorni chiuso a chiave in una stanza d'albergo a giocare a videogiochi: questa la bizzarra vicenda di un impiegato bulgaro a Tokyo, che è stato ritrovato dopo che i colleghi di lavoro ne avevano denunciato la scomparsa. L'uomo, che già da tempo combatteva una grave dipendenza da gaming, è stato ritrovato mentre era alle prese con Fortnite e Call of Duty, dopo che da 45 giorni aveva smesso di andare a lavoro e si era isolato da amici e parenti.

Quando l'uomo è stato rintracciato dalla polizia, si è rifiutato di uscire dalla stanza d'albergo, costringendo il padre 70enne a prendere il primo volo per Tokyo e sfondare la porta per portarlo via. Tony Marini, lo sponsor che lo segue attualmente in terapia, ha dichiarato di aver assistito a "una scena inquietante": la camera era disseminata di bottiglie colme di urina, perché l'uomo aveva smesso persino di andare in bagno.

 

Ora il bulgaro è ricoverato in una clinica di recupero nel Peeblesshire, in Scozia, dove lo stesso Marini a fronte di questo episodio sta cercando di esortare il Servizio Sanitario Nazionale scozzese ad aprire un'unità specializzata, perché si occupi specificamente di coloro che sono affetti da questo tipo di dipendenza.

 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali