Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, S&P taglia dello 0,3% le stime del Pil globale nel 2020 

Secondo lʼagenzia di rating, lʼepidemia rappresenta un rischio per lʼeconomia e il credito. Le previsioni sul Pil della Cina sono scese dal 5,7% al 5%

standard e poor's

"La velocità e la diffusione del nuovo coronavirus negli ultimi due mesi rappresentano un rischio per l'economia globale e il credito". Così un report dell'agenzia di rating S&P, sottolineando che il rallentamento della Cina, le cui previsioni sul Pil sono state ridotte dal 5,7 al 5%, impatterà per lo 0,3% sul prodotto interno lordo globale nel 2020. 

Mentre "permane un'elevata incertezza sul tasso di diffusione e tempistica del picco del coronavirus, la modellizzazione da parte di esperti epidemiologici indica un probabile intervallo per il picco tra fine febbraio e giugno", sottolinea S&P.

 

Se l'epidemia sarà invece più rapida e più diffusa, "ci saranno maggiori costi umani che coinvolgeranno molti paesi che sono meno preparati per una potenziale pandemia e i relativi costi economici e di credito, riflettendo la complessità della rete economica globale".

 

Per ora sembra che i mercati finanziari siano generalmente ottimisti sulla valutazione dell'entità dell'epidemia. L'indice S&P500 è cresciuto del 3% da inizio anno e si stanno verificando modelli simili per la maggior parte dei principali indici azionari europei e asiatici. Fa eccezione la Cina, dove le autorità hanno iniettato miliardi di dollari per sostenere la liquidità del sistema e la Borsa di Shenzhen dove la tradizionale chiusura per il Capodanno è stata prorogata oltre il 31 gennaio a causa di numerose misure di contenimento dei virus.


Gli effetti economici del coronavirus si faranno "sentire maggiormente sui settori esposti alle spese cinesi legate alle famiglie - sottolinea S&P - come il traffico aereo, gli aeroporti, i giochi, la vendita al dettaglio e le strade a pedaggio. Chiusure temporanee di impianti in Cina possono causare interruzioni della catena di approvvigionamento in alcuni settori, tra cui automobili, tecnologia e materie prime industriali. In Cina, sono probabili misure di soccorso" all'emergenza, "tra cui riduzioni fiscali e sussidi, così come sostegno alle banche".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali