Web Analytics Made Easy -
StatCounter
FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tortini di cime di rapa: veloci e gourmet per la tavola delle Feste

Tortini di cime di rapa: veloci e gourmet per la tavola delle Feste
  • DIFFICOLTA facile

Il periodo delle festività natalizie si avvicina e l'atmosfera diventa sempre più frizzante, anche in cucina dove si cominciano a cercare idee e spunti il più possibile originali. La ricetta che vi proponiamo oggi, tratta dallo Speciale Natale di Cotto e mangiato magazine, è insolita e soddisfa i palati più esigenti senza richiedere grande impegno e tempo di preparazione. Insomma l'ideale per un secondo piatto o contorno espresso e scenografico. Al centro (in tutti i sensi) di questi gustosi scrigni c'è la ‘Nduja, il salame piccante spalmabile tipico calabrese fatto con ingredienti tutti rigorosamente regionali: carne suina e generosa dose di peperoncino. Prodotta nella provincia di Vibo Valentia, per la precisione nella zona di Spilinga, le cronache narrano che la 'nduja sia stata importata in Italia in epoca napoleonica da Gioacchino Murat, Re di Napoli, per diventare oggi uno degli alimenti d'eccellenza dell'enogastronomia made in Italy.

INGREDIENTI

  • cime di rapa 500  gr
  • ricotta 150  gr
  • uovo 1
  • noci 20  gr
  • farina di semola 100  gr
  • nduja 50  gr
  • olio EVO 30  ml
  • carote 300  gr
  • brodo vegetale 200  ml
  • maizena 1  cucchiaino
  • timo 10  gr

PROCEDIMENTO

PULITE e sbollentate le rape in acqua bollente salata. Poi, lasciate raffreddare e strizzatele. Versatele nel robot da cucina, unite la ricotta, la farina, l'uovo, le noci, un filo d'olio, il sale e azionate fino a ottenere un composto omogeneo.

DISTRIBUITE l'impasto negli stampi da muffin già imburrati e spolverizzati con il pangrattato; se sono in silicone non serve. Formate 6 palline con la nduja e infilatele all'interno dei tortini. Cuocete in forno a bagnomaria a 170° C per 25/30 minuti circa.

PER LA VELLUTATA DI CAROTE: pelatele e tagliatele a rondelle. Trasferitele in una padella con l'olio e il timo, quindi lasciatele brasare, avendo cura di irrorare con il brodo. Quando sono cotte, frullate le carote, unendo la maizena sciolta in pochissima acqua fredda. Rimettete sul fuoco, regolate sale, pepe e lasciate sobbollire fino a quando avranno preso la consistenza di una crema. Servite i tortini di rape con la crema di carote.

Provate le altre ricette del magazine di "Cotto e mangiato"

Lo sapevate che...

L'abbondante uso del peperoncino nella ‘nduja conferisce all'insaccato la caratteristica colorazione rossa; inoltre le proprietà naturali di questo frutto piccante permettono di mantenere nel tempo l'alimento senza uso di conservanti.